Guerra ai briganti, guerra dei briganti (1860-1870)

GUERRA AI BRIGANTI, GUERRA DEI BRIGANTI (1860-1870)
Storiografia e narrazioni

 

Autore

Nicola Labanca insegna Storia contemporanea all’Università di Siena.
Carlo Spagnolo insegna Storia contemporanea all’Università di Bari ‘Aldo Moro’.

Opera

Il “grande brigantaggio” (1860-1870) e l’Unificazione nazionale tornano periodicamente all’attenzione della pubblica opinione: se ne è parlato di nuovo, spesso polemicamente, di recente. Oggi abbonda la pubblicistica nostalgica e in alcune regioni meridionali briganti e brigantesse sono stati eretti ad idoli di identità territoriali, attrazioni turistiche lanciate sul mercato comunicativo, contro il processo risorgimentale unitario. Ma chi furono davvero, storicamente, questi briganti? Questo volume intende fornire a insegnanti, studenti, specialisti e al pubblico una compiuta rassegna delle acquisizioni maturate in centocinquant’anni di pubblicazioni e di studi seri. Ignorati o volutamente rimossi, pochi grandi studi e moltissime pubblicazioni di interesse locale hanno scandagliato sia la guerra dei briganti contro i ‘galantuomini’ e i liberali, sia la guerra contro i briganti. C’è insomma una storiografia, tutt’altro che ufficiale e monolitica, che precede le polemiche recenti, e che oggi sta rinnovandosi. Gli autori illustrano gli aspetti sociali, culturali, politici e militari e l’articolazione regionale di un conflitto che fu spietato e durò ben oltre la prima Unificazione. La prospettiva di lungo periodo consente di collocare nel nuovo contesto della comunicazione di massa – e dell’ascesa di partiti territoriali – l’odierno recupero di vecchi canoni narrativi nei media, la ricezione del tema nel web, e la genesi del “neoborbonismo”: in una parola l’uso pubblico e politico del “grande brigantaggio”.

 Prezzo
€ 35.00

Collana

Studi e ricerche storico-militari

Pagine
393

Pubblicazione
Ottobre 2021

Condividi su Facebook:

Post Navigation