La Scala d’oro

La Scala d’oro
Libri per ragazzi durante il fascismo

Autore
Elisa Rebellato, laureata in Conservazione dei beni culturali a indirizzo archivistico-librario all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha conseguito il Dottorato in Scienze bibliografiche e documentarie all’Università di Udine. Lavora alla Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio di Bologna, dove si occupa di catalogazione di libri antichi. Tra le sue pubblicazioni: La fabbrica dei divieti. Gli indici dei libri proibiti da Clemente VIII a Benedetto XIV (Milano, Sylvestre Bonnard, 2008) e la curatela di Mondadori. Catalogo storico dei libri per la scuola (1910-1945) (Milano, FrancoAngeli, 2008).

Opera
“La Scala d’oro” è una delle più importanti collane per ragazzi italiane del Novecento. Pubblicata in 93 volumi nella prima edizione degli anni Trenta, grazie a ristampe e nuove edizioni raggiunse i cinquant’anni di vita. Alla sua realizzazione collaborarono una trentina di scrittori, alcuni del calibro di Marino Moretti e Diego Valeri, e una ventina di illustratori, i migliori disponibili in quegli anni. Gli archivi di Fernando Palazzi, direttore de “La Scala d’oro” assieme a Vincenzo Errante, e quelli di alcuni collaboratori hanno permesso di indagare le motivazioni che portarono alla nascita della collana e individuare le linee portanti del suo sviluppo. Il progetto, che mirava a proporre i testi classici adattati ai giovani lettori assieme a testi di divulgazione, fu saldamente nelle mani dei direttori, che seppero mantenere fede alle scelte iniziali, nonostante la difficoltà di armonizzare il lavoro di tanti collaboratori.

Prezzo:
€ 22
Pagine:
230
Collana:
AICCRE – L’Europa del libro
Pubblicazione:
Febbraio 2016
Condividi su Facebook:

Arnold J. Toynbee.

Arnold J. Toynbee.
Il mondo oltre le civiltà.

Autore:

Federico Leonardi si occupa di Filosofia della Storia presso l’Università S. Raffaele di Milano. Ha pubblicato vari saggi e lavori sul pensiero antico e in particolare Tragedia e storia. A. Toynbee e la storia universale nella maschera della classicità (Aracne 2014) e, con Luca Maggioni, World History. La storia delle civiltà secondo W. McNeill (Rubbettino 2015). È curatore della prima edizione integrale degli scritti politici di Aristotele, in uscita nel 2017, e di A Study of History di A. Toynbee, in corso di edizione. Inoltre, ha progettato il museo su Federico II di Svevia in corso di allestimento a Jesi nelle Marche. Luca Maggioni è docente a contratto di Contemporary History presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Milano. Ha pubblicato vari saggi sulla storiografia contemporanea, in particolare britannica, nonché i volumi Uno scontro di civiltà? USA e URSS nell’opera di Arnold J. Toynbee (Erga 2013) e, con Federico Leonardi, World History. La storia delle civiltà secondo W. McNeill (Rubbettino 2015).
Opera:

Scontro di civiltà, società aperta, relazioni internazionali e World History sono soltanto alcuni dei temi di cui Toynbee è stato precursore. I saggi qui raccolti mettono in dialogo storici, filosofi, politologi su temi ai quali lo studioso britannico (1889-1975) ha dato un durevole contributo nel corso della sua lunghissima ed eclettica carriera. Il volume affronta così alcuni nodi intellettuali del lavoro di Toynbee: oltre ad indagare il contributo da lui dato allo studio della storia antica, reso possibile dalla sua grande erudizione classica, analizza l’apporto che A Study of History ha dato alla filosofia della storia. Oltre a delineare l’originale approccio di Toynbee alle grandi questioni internazionali del Novecento, vari saggi sottolineano l’attualità della sua visione dei rapporti fra le civiltà e il suo contributo alla nascita della World History. I vari punti di vista qui contenuti non ambiscono a dare risposte certe, aprono problemi e questioni più che cercare giudizi definitivi.

Prezzo:
€ 18

Pagine:
222

Collana:
Centro Studi Politica estera

Pubblicazione:
Dicembre 2016

Condividi su Facebook:

IL PENSIERO È LA REALTÀ.

IL PENSIERO È LA REALTÀ.

L’attualismo di Giovanni Gentile e il suo rapporto con il pensiero scientifico del primo Novecento  

Autore:

Luca Canapini (Fano, 1976) è uno studioso particolarmente attento alla speculazione idealista e alla storia del pensiero ottocentesco. Si è formato presso l’Università di Urbino. È Dottore di Ricerca in «Epistemologia della Complessità» e attualmente è docente di filosofia presso il Liceo Classico «Terenzio Mamiani» di Pesaro. Ha insegnato in Italia e all’estero, e ha tenuto conferenze e seminari soprattutto sull’opera gentiliana e schopenhaueriana. Tra le sue recenti pubblicazioni, si ricordano: Il concetto di azione nel pensiero di Giovanni Gentile, Roma 2015; La relazione Oriente-Occidente nella filosofia di Schopenhauer tra storia, mito e pensiero religioso, Milano 2015; Averroè e il problema logico dell’unità nell’islamismo medievale, Fano 2015; La forma dell’arte nella filosofia di Giovanni Gentile, Lanciano 2014; Genesi storica e logica del sistema shopenhaueriano in relazione alla metafisica indiana, Chieti 2014.

Opera:
Il dibattito filosofico del primo Novecento fu caratterizzato dallo scontro tra neoidealismo e scienza, ossia tra il fronte dei filosofi capeggiato da Benedetto Croce, e quello degli scienziati rappresentato dal matematico Federigo Enriques. Il filosofo Giovanni Gentile, sebbene legato in un primo tempo a Croce, rivedrà nel tempo le sue posizioni rispetto al pensiero scientifico, rivalutando il valore epistemologico della scienza. Ciò è da riferire, in particolare, all’influenza del figlio Giovanni Gentile jr. importante fisico teorico dell’Istituto di via Panisperna, grande amico e collaboratore di Ettore Majorana, molto vicino alla visione fisica ed epistemologica di Werner Heisenberg. Per ragioni assai complesse, questo avvicinamento del filosofo Gentile alla scienza coincide con il periodo di maggiore crisi del suo idealismo alla fine degli anni venti, in un periodo denso di avvenimenti storici che influenzarono significativamente l’assetto culturale e ideologico del fascismo.

Prezzo:
€ 25

Pagine:
583

Collana:
Testi e studi

Pubblicazione:
Marzo 2017

Condividi su Facebook: