Aldo Valcarenghi.

Aldo Valcarenghi.
La ricerca della libertà.

Autore
Marina Valcarenghi, è stata giornalista e funzionaria dell’ufficio studi di un Ministero. Da 37 anni è psicoanalista. Ha introdotto per prima in carcere la psicoanalisi dei prigionieri nel 1994, lavorando nel reparto di isolamento maschile nelle case di reclusione di Opera e di Bollate. Ha fondato e diretto una scuola di specialità in psicoterapia a Milano. È autrice di numerose pubblicazioni.
Opera
Aldo Valcarenghi entrò in carcere la prima volta a 18 anni nel 1931; partecipò all’opposizione antifascista clandestina degli anni ’30, fu tra i fondatori del MUP nel 1935 (Movimento di Unità Proletaria) e poi, iniziata la Resistenza, partecipò alla nascita del PSIUP (Partito Socialista di Unità Proletaria). Fu incarcerato la seconda volta nel 1943, dopo il primo sciopero nazionale che aveva contribuito a organizzare; uscì da S. Vittore alla caduta del fascismo e visse in latitanza per sette mesi; fu catturato ancora dopo il secondo sciopero del ’44, fu poi trasferito a Fossoli, quindi a Mauthausen e poi a Gusen. Fece parte della direzione nazionale del partito socialista dopo la guerra e fu eletto segretario della federazione provinciale di Milano. Si ritirò dalla politica attiva nel 1948, rifiutando la linea del PSI, allora subalterno al PCI, e del PSDI subalterno alla Democrazia Cristiana; entrambe le formazioni erano inserite nella politica dei blocchi contrapposti. Morì a 55 anni. Questo libro è la storia della sua vita e del suo pensiero così come la fi glia li ha ricostruiti e li ricorda.

Prezzo:
€ 13

Pagine:
160

Collana:
Storie e memorie

Pubblicazione:
Marzo 2016

Condividi su Facebook:

Ho voglia di fare l’amore e altri racconti

Ho voglia di fare l’amore e altri racconti  

Autore:

Giuseppe Gaetano avrebbe qualche qualità come pianista compositore ma gli incontri e gli imprevisti che prima o poi sferzano la vita di ciascuno han fatto in modo che attualmente, mentre questo libro viene dato alle stampe, sia single e abbia appena chiuso un’esperienza da commesso in una boutique vintage a Roma, dov’è nato e cresciuto, per tornare a fare il video reporter a Milano, dove si è trasferito nel 2004. Il tutto più o meno indipendentemente dalla sua volontà, di per sé già instabile.

Opera:
Il sesso, la droga, le città, i ricordi d’infanzia, il rum, il sarcasmo verso il mondo del lavoro, le invettive contro il web. Sono i fili rossi che muovono dialoghi e personaggi di queste brevi storie. Il protagonista senza nome è un moderno Zeno Cosini, che ha tanti talenti da non riuscire a seguirne uno: il che equivale a non averne, almeno nella realtà metropolitana da cui vuole evadere. Ma anche alla passione per il viaggio, come per la musica e l’universo femminile, l’antieroe non riesce a imprimere una direzione, una svolta, finendo col lasciarsi vivere dagli eventi; non si decide a compiere il grande passo in nessuna aspirazione, la scelta è sempre rinviata. L’indolenza, l’irriducibilità a una realtà aziendale, le amicizie sbagliate e un pizzico di sfortuna lo sballottano da un posto e da un mestiere all’altro: cantante, redattore online, operatore d’infanzia, coordinatore di soggiorni all’estero, gelataio, archivista, speaker radiofonico. Così come da una donna all’altra, per gli stessi motivi: insicurezza, paura di perdere la libertà, esperienze negative tramutate in blocchi comportamentali.

Prezzo:
€ 16

Pagine:
191

Collana:
Metropolis

Pubblicazione:
Marzo 2017

 

 

Condividi su Facebook: