L’Islam nelle sfide della società moderna

L’Islam nelle sfide della società moderna

Autore
Mahmoud Asfa, nato in Giordania nel 1964, di origini palestinesi. Laureato in architettura presso il Politecnico di Milano. Esponente della comunità musulmana in Italia, è noto come rappresentante dell’Islam moderato a Milano. Tra i fondatori della Casa della Cultura Islamica, è predicatore della preghiera del venerdì. Cofondatore del “Forum delle Religioni” a Milano. Gli è stato conferito l’Ambrogino d’oro nel 2009 per il dialogo costruttivo e costante tra la società milanese e i cittadini di fede musulmana.

Opera
L’Islam, fin dalla sua nascita nella penisola araba, è considerato una parte integrante delle civiltà che si affacciano sul Mediterraneo ed è ritenuto una delle più importanti fonti della civiltà mediterranea, poiché le ha dato le principali caratteristiche spirituali ed intellettuali. Le civiltà contemporanee si trovano ancora oggi dinanzi a enormi sfide, con il rischio che si perdano tanti valori, a causa della scarsità etica e morale della vita materialistica e delle incessanti pressioni della società industrialmente sviluppata. I principi dell’Islam sembrano più che mai una necessità primaria ed insistente, ed è indispensabile che vengano studiati dai giovani del Mediterraneo con una visione obiettiva, basata sulla ricerca della verità, essendo pronti ad opporsi ad ogni fondamentalismo o chiusura.

Prezzo:
€ 12
Pagine:
155
Collana:
Occasioni
Pubblicazione:
Febbraio 2016

Il prete di Teheran

Il prete di Teheran
Le memorie e le inquietudini di un salesiano da sessant’anni in terra d’Islam

Autore
Don Rodolfo Antoniazzi (dicembre 1935), ordinato sacerdote (salesiano Don Bosco) nel 1956, approda ad Aleppo, in Siria, nel pieno della crisi di Suez. Poi si sposta nell’Iran della dinastia Pahlavi e assiste alla rivoluzione khomeinista. Da prete cattolico convive per dieci anni con l’integralismo “con rispetto reciproco”, come scrive, spostandosi fra Libano, Palestina, Israele. Dal 1998 vive a Istanbul, dove si dedica all’assistenza dei profughi iracheni, dopo essere stato costretto a lasciare Teheran.

Curatore
Paolo Mastromo (Napoli, 1946) è giornalista, dirigente d’azienda, esperto di marketing e comunicazione, artista digitale. Ha scritto un paio di libri su temi economici al tempo in cui lavorava per Il Sole 24 Ore e si è poi dedicato, come scrittore, al genere giallo, privilegiando la fantapolitica.

Opera
Com’è l’Islam visto dall’interno, con occhi di cristiano, di un salesiano per giunta, che vi ha vissuto e che vi vive da sessant’anni? Don Rodolfo Antoniazzi – oggi a Istanbul dopo avere vissuto per trent’anni a Teheran, prima sotto il regime di Muhammad Reza Pahlavi poi di quello khomeinista – è tollerante ma disincantato. Ricorda di avere salvato più profughi iracheni musulmani che cattolici (“tutti sono figli di Dio”) ma sostiene ugualmente che l’Islam non può coesistere con i credo occidentali. “Per loro l’espressione Stato laico, che noi usiamo normalmente considerandola cosa saggia e giusta, significa Stato che non rispetta Dio, e che quindi non si può che combattere”, dice. E dice anche altro, don Antoniazzi: di come sia difficile, per un prete cattolico che vive molto lontano da Roma, resistere alle tentazioni. E non si parla di sesso bensì di potere, di carriere, di business. Il vero problema, oggi, è di mettersi d’accordo su cosa sia la carità.

Prezzo:
€ 16

Pagine:
170

Collana:
Life/Live

Pubblicazione:
Marzo 2016