Zhongguo Jizhe.

Zhongguo Jizhe.
Giornalisti cinesi: linguaggio e identità professionale.

Autore
Emma Lupano, dottore di ricerca in Culture, civiltà e società dell’Asia e dell’Africa all’Università La Sapienza di Roma (2011), è assegnista di ricerca in lingua e cultura cinese presso il Dipartimento di Scienze della Mediazione linguistica e di Studi interculturali dell’Università degli Studi di Milano. È giornalista professionista iscritta all’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

Opera
Questo volume è il frutto di una ricerca sul campo svolta tra il 2008 e il 2015 che è consistita nella raccolta di interviste orali in cinese a giornalisti freelance, redattori e studiosi di media in Cina. Dal corpus costituito dalle trascrizioni e dalle traduzioni in italiano di tali interviste nasce una selezione di testi presentati e commentati in questo volume con l’obiettivo di portare alla luce, da una parte, i riferimenti a problemi, temi e aspirazioni comuni di una comunità di discorso e, dall’altra, il ricorrere di espressioni, parole chiave, formule e metafore condivise. Gli elementi discorsivi e lessicali identificati rafforzano l’ipotesi del rinsaldarsi di un’identità professionale condivisa tra le diverse figure che operano nel settore dei media in Cina oggi. Un risultato che appare rilevante soprattutto perché tale identità professionale ha dovuto ridefinirsi negli ultimi decenni in seguito alle riforme che hanno investito i media cinesi e alla diffusione sempre più ampia di forme di collaborazione esterna dei giornalisti cinesi alle testate su cui scrivono.

Prezzo:
€ 13

Pagine:
140

Collana:
Materiali universitari

Pubblicazione:
Settembre 2016

La Cina dei media.

La Cina dei media.
Analisi, riflessioni, prospettive.

Curatore
Emma Lupano, dottore di ricerca in Culture, civiltà e società dell’Asia e dell’Africa alla Sapienza Università di Roma (2011), è assegnista di ricerca di lingua e cultura cinese al dipartimento di Scienze della mediazione linguistica e di studi interculturali dell’Università degli studi di Milano. È giornalista professionista iscritta all’Ordine dei giornalisti della Lombardia.Opera
Tribuna e vetrina per le iniziative e i risultati positivi del Paese, ma anche cassa di risonanza per una opinione pubblica sempre più sfaccettata e multiforme, nella Cina di oggi i media rivestono un ruolo centrale. Nel contesto di un Paese ricco di contraddizioni derivanti dalla rapidità del processo di modernizzazione, guidato da una dirigenza che proprio in questa fase sta marcando un nuovo passo verso le sfide del futuro, i mezzi di comunicazione, ma anche le istituzioni e i meccanismi preposti al loro controllo, richiedono speciale attenzione. I contributi raccolti in questo volume, utilizzando metodologie di ricerca diverse tra loro, si soffermano su alcuni dei molteplici aspetti che riguardano la comunicazione e il sistema mediatico della Repubblica popolare. Riflessioni e analisi critiche che vanno in direzioni diverse e che, grazie all’opera di specialisti che lavorano direttamente su fonti in cinese, riescono a spaziare oltre i consueti confini che il ricorso a fonti indirette rende stereotipati e a dare conto della complessità di un panorama che sempre più influenza anche il resto del mondo.

Prezzo:
€ 17

Pagine:
195

Collana:
Prospettive

Pubblicazione:
Novembre 2016