Stati, nazioni, democrazie

STATI, NAZIONI, DEMOCRAZIE
Storiografia e tragitti politici

Autore

Bruno Bongiovanni (Torino, 1947) è stato professore ordinario di Storia Contemporanea all’Università di Torino. Ha collaborato con case editrici, riviste, periodici e quotidiani. Ha concentrato i suoi interessi sulla rivoluzione francese, il socialismo, le relazioni internazionali, i rapporti USA-URSS, il totalitarismo. È socio dell’Accademia delle Scienze di Torino e membro di diverse Fondazioni. È stato tra i curatori de Il Mondo Contemporaneo, 19 voll., La Nuova Italia, 1976-1983. Ha pubblicato e commentato numerose opere, inedite in Italia e altrove, di Marx ed Engels. Tra i suoi libri principali: Lo specchio dello sviluppo, Fondazione Giovanni Agnelli, 1971, L’antistalinismo di sinistra e la natura sociale dell’URSS, Feltrinelli, 1975, L’Università di Torino durante il fascismo (con Fabio Levi), Giappichelli, 1976, L’universale pregiudizio, La Salamandra, 1981, Il pensiero socialista nel secolo XIX, UTET, 1987, Le repliche della storia, Bollati Boringhieri, 1989, L’albero della rivoluzione (con Luciano Guerci), Einaudi, 1989, La caduta dei comunismi, Garzanti, 1995, Da Marx alla catastrofe dei comunismi, Unicopli, 2003, Storia della guerra fredda, Laterza, 2016 (7ª ed.).

Opera

Concepire la storia è sempre stato un processo fondamentale all’interno del nostro sapere. Già per gli antichi significava “ricerca”. Comporta ora anche i mutevoli termini lessicali della politica, del diritto, dell’economia, dell’antropologia, della religione, gli anni che l’hanno attraversata e poi il tempo, che, in moltissimi casi, è la storia stessa, sia esso la preistoria, il passato remoto, il passato prossimo, il presente e persino il futuro del passato e l’ipotetico futuro del presente. Questo libro affronta così eventi che sono concetti e concetti che sono eventi: una lunga politica internazionale che si prolunga dalle rivoluzioni atlantiche – l’americana e la francese – sino all’implosione dell’URSS (1991) e alla globalizzazione, l’assolutismo, la civiltà, il parlamentarismo, la democrazia, il nazionalismo, l’interventismo, il pacifismo, il socialismo, il comunismo, la tirannide, il fascismo, il totalitarismo, le tre Italie (la liberale, la fascista, la repubblicana). Si arriva così, quasi sino al concludersi del XX secolo, alle origini e allo sviluppo dell’Italia repubblicana, con le interpretazioni che ne hanno disegnato il volto.

Prezzo
€ 30.00

Collana
Biblioteca Storia contemporanea

Pagine
430

Pubblicazione
Ottobre 2019

Condividi su Facebook:

Post Navigation