Prendersi cura dei legami familiari

PRENDERSI CURA DEI LEGAMI FAMILIARI
Il lavoro clinico a sostegno delle relazioni tra fragilità e risorse

Autore

Carla Mazzoleni, psicologa-psicoterapeuta ad indirizzo sistemico-relazionale, mediatrice familiare e dottore di ricerca in psicologia, è docente a contratto presso l’Università Cattolica di Milano. È inoltre referente per l’area Minori e Famiglie del Piano di Zona dei Comuni dell’Ambito di Lodi e collabora con il Centro per la Famiglia dal 1995, dove realizza interventi di psicoterapia individuale e familiare, mediazione familiare e psicodiagnosi. Si occupa da anni di crisi di coppia, separazione e disagi dei bambini a seguito di sofferenze e fragilità dei legami familiari. Nell’ambito dell’attività clinica e di ricerca ha pubblicato vari libri ed articoli.
Giacinto Bosoni è direttore del Consultorio Centro per la famiglia di Lodi, presidente dell’Associazione omonima e membro del consiglio esecutivo della Fe.L.Ce.A.F. (Federazione lombarda dei Centri di assistenza familiare) dal 2013. Dal 2014 è consigliere della Fondazione comunitaria di Lodi, nonché membro del consiglio direttivo del Forum provinciale delle Associazioni familiari di Lodi. Svolge anche attività di giornalista come collaboratore del quotidiano “Avvenire” e del “Cittadino” di Lodi.

Opera
Il libro a più voci, curato da Carla Mazzoleni e Giacinto Bosoni, propone riflessioni sull’agire clinico, nate in un contesto di équipe multidisciplinare che si occupa di legami familiari. Sia nella parte iniziale, che ospita contributi fondativi, sia nella seconda sezione, che riporta riflessioni applicative, emerge una lettura del legame clinico-paziente segnata dalla ricerca costante di un equilibrio tra tecnica ed arte, competenza personale e teoria, accoglienza e provocazione, in un cammino che chiede all’operatore di viversi come inserito in un sistema dinamico e in crescita, a prescindere dal fatto di lavorare con adolescenti, coppie in crisi o in separazione, genitori adottivi… La consapevolezza della spinta vitale e generativa insita nei legami conduce ogni professionista ad interrogarsi, in una costante riflessività, sul contributo che apporta alla dinamica vissuta col paziente, stimolandone l’evoluzione verso forme distese e feconde di scambio e relazione. Il prendersi cura di legami familiari, infatti, non può prescindere da una riflessione costante sull’agire clinico, con le funzioni che svolge e le potenzialità che racchiude, nel saper fornire un contesto, una conversazione e uno spazio relazionale che ha le potenzialità per riattivare un percorso ferito o interrotto.

Prezzo
€ 19.00

Collana
Psicologia dell’intervento clinico e sociale

Pagine
239

Pubblicazione
Ottobre 2020

Condividi su Facebook:

Post Navigation