Padre Bresciani in montagna

PADRE BRESCIANI IN MONTAGNA
Paesaggio come propaganda  

Autore

Daniela Codeluppi, nata a Reggio Emilia nel 1988, si è occupata, con alcuni saggi in rivista, del reimpiego dei miti classici nella tradizione letteraria, ha curato per Unicopli il volume antologico La Pastorale e collabora con la cattedra di Letteratura Italiana dell’Università degli Studi di Parma.

Opera
Lasciato ai margini della geografia letteraria, il paesaggio montano è entrato da protagonista nella letteratura europea grazie alla corrente culturale romantica. Originale è il caso di padre Antonio Bresciani, gesuita fieramente antiromantico, che scelse di sfruttare il potenziale espressivo offerto dal Tirolo e dalle Alpi occidentali per dare sfogo alla propria vena descrittiva e fare della montagna uno strumento di propaganda reazionaria. Il presente volume contiene il testo delle lettere pubblicate dall’abate nel 1843, con il titolo di Sopra il Tirolo tedesco e Viaggio nella Savoia nel Fossigny e nella Svizzera, corredato di un saggio introduttivo.

Prezzo:
€ 12.00
Pagine:
95
Collana:
La montagna scritta
Pubblicazione:
Febbraio 2018

Condividi su Facebook:

Post Navigation