Elio Vittorini

ELIO VITTORINI
La ricerca di una poetica  

Autore

Virna Brigatti è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici dell’Università degli Studi di Milano. Si occupa di letteratura italiana contemporanea, con attenzione alla critica del testo, ai problemi ecdotici connessi con la trasmissione dei testi del Novecento, alla produzione letteraria nel contemporaneo sistema editoriale. Autrice della monografia Diacronia di un romanzo. Uomini e no di Elio Vittorini (1944-1966) (2016), ha pubblicato diversi saggi in rivista e in volume ed è responsabile editoriale della rivista «Prassi ecdotiche della modernità letteraria».

Opera
La storia della letteratura italiana del Novecento non può evitare di prendere in considerazione l’opera narrativa e l’attività di militanza culturale di Elio Vittorini, soprattutto in rapporto alla sua fisionomia di “letterato editore”. Partendo da questa osservazione, ormai ampiamente acquisita dalla critica letteraria, il volume traccia un percorso che approfondisce le trasformazioni dell’idea di scrittura e di letteratura in Vittorini, ponendo in risalto – in particolare attraverso la rilettura dei suoi scritti di intervento critico, pubblicistico e editoriale – gli sviluppi delle riflessioni di argomento estetico e letterario. Dall’analisi emerge con evidenza come le trasformazioni della poetica di Vittorini restituiscano in filigrana i cambiamenti più significativi del contesto in cui lo scrittore si muove, rivelando l’importanza delle sue pagine, per delineare la cultura e la letteratura del suo tempo. Per questo la lente microscopica dell’indagine qui condotta è anche, nello stesso tempo, un’ampia lente telescopica proiettata sulla letteratura dei decenni centrali del Novecento.

Prezzo
€ 18.00

Pagine
375

Collana
Modernistica

Pubblicazione
Novembre 2018

 

Condividi su Facebook:

Storia illustrata dei navigli lombardi 1179-1979

STORIA ILLUSTRATA DEI NAVIGLI LOMBARDI 1179 – 1979  

Autore
Claudio Tognozzi, nato a Bergamo (1956), è grafico editoriale e per passione ricercatore storico.Ha pubblicato Grafica, Impaginazione e Stampa, Bergamo, Ed. San Marco, 2001,Grafica Attiva, Bergamo, Ed. San Marco, 2009, Il Design Grafico, Bergamo, Ed. San Marco, 2018. Nell’ambito storico Il cicloturismo al tempo del Liberty, Varese, Macchione Editore, 2016, L’indimenticabile emozione dei primi viaggi in treno, Varese, Macchione Editore, 2016. Le vie del Sempione, Varese, Macchione Editore, 2017, Viaggio da Milano ai tre laghi Maggiore, di Lugano e di Como, Varese, Macchione Editore, 2018

Opera
Nel panorama editoriale sono numerose le pubblicazioni sui navigli lombardi. La novità di questo volume è quella di raccogliere una notevole mole di informazioni storiche tratte da libri antichi, dal Cinquecento all’Ottocento, illustrate da una ricca iconografia dell’epoca, recuperate da preziose stampe, cartografie e mappali dei luoghi e dei paesi attraversati dai navigli. In questo libro, la “rete d’acqua” della Milano preindustriale, che fu la prima d’Europa e per se¬coli la più vasta, rivive la sua storia ed evoluzione.

Prezzo
€ 25.00

Pagine
176

Collana
Descrizioni d’Italia e d’Europa

Pubblicazione
Novembre 2018

Condividi su Facebook:

Guida al Game Publishing

GUIDA AL GAME PUBLISHING

Autore

Daniele Falcone inizia la carriera nell’industria dei videogame nel 2000, con Multiplayer. it. Parallelamente, crea un team di traduzione ITP, che cura la localizzazione dall’inglese all’italiano di alcuni giochi di ruolo divenuti pietre miliari del settore. Successivamente, fa il suo ingresso in Koch Media, colosso internazionale del publishing e della distribuzione. Con oltre 300 giochi immessi sul mercato, ha lavorato per quasi 20 anni con publisher quali Bethesda, Square Enix, Deep Silver, Sega e Codemasters. Docente di Game Industry Management: Marketing and Publishing Strategies e di Teoria e Tecnica della Distribuzione presso VIGAMUS Academy / Link Campus University, Daniele Falcone è oggi Publishing Director della Divisione Games di Fondazione VIGAMUS.

Opera

La Guida al Game Publishing è il testo ideale per studenti e professionisti che vogliono intraprendere una carriera all’interno della Game Industry. Il volume nasce dall’esigenza di rispondere alle domande di tutti quegli studi di videogiochi indipendenti che, nonostante grandi meriti artistici e tecnologici, non possono avere una risorsa in-house che curi il loro business. Il libro è quindi idealmente rivolto a studi di piccola e media grandezza alle prese con i loro primi prodotti, posti di fronte alla sfida di sostenere il loro modello economico, individuare e anticipare i trend, ottenere un ritorno sugli investimenti e costruirsi una reputation all’interno dell’industria. Tramite case studies e analisi di best practice, il volume accompagna il lettore alla comprensione di concetti complessi tramite un linguaggio semplice e accessibile, con l’obiettivo di trasformarlo in un professionista pronto a vincere le sfide poste dall’industria del videogioco.

Prezzo
€ 15.00
Pagine
163
Collana
Game Academy
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Passaggio in Europa

PASSAGGIO IN EUROPA
Paolino da San Bartolomeo grammatico del sanscrito

Autore

Carmela Mastrangelo insegna Indologia presso il Dipartimento Istituto Italiano di Studi Orientali della Sapienza Università di Roma. Filologa classica di formazione, i suoi interessi trascorrono dalla linguistica alla grammatica alla letteratura sanscrita. Con Raffaele Torella ha curato per i tipi della Hoepli ilCorso di sanscrito (2012), ed è traduttrice per la Piccola Biblioteca Einaudi di Tantra di André Padoux (2011). Collabora con l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, per il quale si occupa di redigere le voci sulle vite degli indianisti nel Dizionario Biografi co degli Italiani. è inoltre segretaria di redazione della Rivista degli Studi Orientali (RSO).

Opera

L’opera intende tracciare il percorso delle prime grammatiche sanscrite stampate in Europa, composte dal frate carmelitano di origini austriaco-croate Paolino da San Bartolomeo, missionario in Malabar dal 1776 al 1789. Articolandosi su tre capitoli di orientamento storico, letterario, e linguistico-filologico rispettivamente, il presente lavoro lumeggia in particolare le fonti grammaticali indiane, testimoni del fermento culturale del contesto tamil, le quali dall’India del sud si sono diffuse a Ceylon, in Tibet, e in Nepal. Inoltre, è ricostruito l’insegnamento tradizionale del sanscrito in India, e l’opera di mediazione e “traduzione” dei missionari. è infine delineata la storia degli studi sanscriti in Europa, promossi dall’Asiatic Society di Calcutta, e promulgati dai centri dell’orientalismo ottocentesco in Francia, Germania, e Inghilterra. Ne risulta un’idea del sanscrito come lingua “fluida” che, trascorrendo da un contesto vernacolare all’altro, può essere adattata a diversi ambiti politici, religiosi, letterari.

Prezzo
€ 14.00
Pagine
182
Collana
Biblioteca di Studi sull’India
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Oltre la solidarietà

OLTRE LA SOLIDARIETA’
La Federazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze (1970-1991)

Autore

Francesco Vegni è nato nel 1990 a Siena, dove vive. Dopo aver frequentato il Liceo Classico, ha conseguito una Laurea triennale in Lettere moderne, con una tesi sul dramma dei desaparecidos del regime argentino, ed una Laurea magistrale in Storia e Filosofi a, indirizzo storico, presso l’Università degli Studi di Siena, discutendo la tesi di Storia contemporanea che è stata alla base di questa sua prima pubblicazione. Volontario della Pubblica Assistenza di Taverne d’Arbia per sette anni, si interessa principalmente di temi sociali, culturali e sportivi.

Opera

L’Anpas oggi rappresenta una delle più grandi organizzazioni di volontariato attive in Italia. La dimensione acquisita è figlia di una tradizione storica che risale al XIX secolo, consolidatasi all’inizio del ‘900 con la nascita della Federazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze e ricostituitasi con nuovo slancio nel dicembre del 1946 a Milano, dopo lo scioglimento operato dal regime fascista. Più di tutto, è figlia di un periodo, quello che intercorre tra il 1970 e il 1990, in cui il fenomeno del volontariato emerge in maniera evidente, favorendo una svolta interna all’organizzazione e portandola a partecipare attivamente a numerosi processi di rinnovamento del nostro Paese: dalla riforma sanitaria del 1978 alla costruzione di un sistema nazionale di protezione civile, passando per una maggiore attenzione ai temi sociali e al settore dell’emergenza sanitaria. Il libro intreccia questi temi con la storia di un movimento.

Prezzo
€ 20.00
Pagine
200
Collana
Fuori collana
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Sebben che siamo donne

SEBBEN CHE SIAMO DONNE
Per una storia delle sindacaliste della Cgil di Milano (1891-1981)  

Autore

Debora Migliucci (Milano, 1979): Direttrice dell’Archivio del Lavoro, centro di documentazione e ricerca della Camera del Lavoro di Milano. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia delle donne e dell’identità di genere e in Diritto costituzionale. Si occupa di Storia costituzionale e politica e di Storia del lavoro. Tra le sue pubblicazioni: Rappresentare il lavoro. Donne e Camera del Lavoro a Milano, «Percorsi storici. Rivista di storia contemporanea», n.4, 2016.
Fiorella Imprenti (Milano, 1977): Segretaria generale della Fondazione Aldo Aniasi di Milano e componente del comitato scientifi co dell’Archivio del Lavoro. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia delle donne e dell’identità di genere. Si occupa di Storia politica e delle istituzioni e di Storia del lavoro. Tra le sue pubblicazioni: Operaie e socialismo. Mi lano, le leghe femminili, la Camera del Lavoro (1891-1918), Franco Angeli, 2007.

Opera

La pubblicazione sfrutta l’inedita documentazione custodita dall’Archivio del Lavoro e raccoglie i profi li biografi ci di alcune delle donne che hanno militato nella Camera del Lavoro di Milano Si tratta di un lavoro pionieristico che rientra nella tradizione consolidata dei dizionari biografi ci dei movimenti operai e socialisti.

Prezzo
€ 14.00
Pagine
137
Collana
Filo di perle
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Guida al Game Publishing

Guida al Game Publishing  

Autore

Daniele Falcone inizia la carriera nell’industria dei videogame nel 2000, con Multiplayer. it. Parallelamente, crea un team di traduzione ITP, che cura la localizzazione dall’inglese all’italiano di alcuni giochi di ruolo divenuti pietre miliari del settore. Successivamente, fa il suo ingresso in Koch Media, colosso internazionale del publishing e della distribuzione. Con oltre 300 giochi immessi sul mercato, ha lavorato per quasi 20 anni con publisher quali Bethesda, Square Enix, Deep Silver, Sega e Codemasters. Docente di Game Industry Management: Marketing and Publishing Strategies e di Teoria e Tecnica della Distribuzione presso VIGAMUS Academy / Link Campus University, Daniele Falcone è oggi Publishing Director della Divisione Games di Fondazione VIGAMUS.

Opera

La Guida al Game Publishing è il testo ideale per studenti e professionisti che vogliono intraprendere una carriera all’interno della Game Industry. Il volume nasce dall’esigenza di rispondere alle domande di tutti quegli studi di videogiochi indipendenti che, nonostante grandi meriti artistici e tecnologici, non possono avere una risorsa in-house che curi il loro business. Il libro è quindi idealmente rivolto a studi di piccola e media grandezza alle prese con i loro primi prodotti, posti di fronte alla sfida di sostenere il loro modello economico, individuare e anticipare i trend, ottenere un ritorno sugli investimenti e costruirsi una reputation all’interno dell’industria. Tramite case studies e analisi di best practice, il volume accompagna il lettore alla comprensione di concetti complessi tramite un linguaggio semplice e accessibile, con l’obiettivo di trasformarlo in un professionista pronto a vincere le sfide poste dall’industria del videogioco.

Prezzo
€ 15.00
Pagine
163
Collana
Game Academy
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Manuale di critica videoludica

Manuale di critica videoludica  

Autore

Giornalista, scrittore e docente universitario, Marco Accordi Rickards è Direttore Generale di Fondazione VIGAMUS, all’interno della quale gestisce il Museo del Videogioco di Roma, VIGAMUS Academy e la conferenza internazionale Gamerome. È docente di Teoria e Critica delle Opere Multimediali e Interattive presso l’Università di Roma Tor Vergata e Professore Straordinario presso Link Campus University. Già Direttore di testate quali CUBE, PSW, PC Games World, Game Pro (EDGE Italia), Game Republic, PSM, Xbox Magazine Ufficiale, Retrogame Magazine e GamesVillage.it, dal 2014 è anche membro della Giuria internazionale di gamescom, il più importante evento di videogiochi in Europa, e dal 2017 fa parte dell’Advisory Board di devcom (Colonia).

Opera

Il Manuale di Critica Videoludica è l’unico testo di riferimento in Italia per chiunque voglia entrare nel settore del giornalismo di videogiochi, e ricoprire così uno dei ruoli più delicati e di garanzia della Games Industry. Oggi più che mai, il Videogioco sta vivendo una crisi d’identità e, tra opere narrative e non, eSports, serious games e free-to-play, non può più essere ricondotto a una categoria univoca; frattanto, nuove modalità di comunicazione mettono in discussione il mestiere del critico, chiamato a esaminare con occhio attento esperienze interattive dalle forme sempre più varie e complesse. Il Manuale, basato su quasi 20 anni di ricerche da parte dell’Autore, risponde all’esigenza di tracciare un’esegesi del videogioco, per fornire al critico nuovi strumenti universali capaci di interpretare tutte le diverse espressioni del fenomeno. Il libro affronta nel dettaglio tutte le problematiche che riguardano la professione giornalistica relativa alla stampa specializzata videoludica, dalle tipologie di articoli all’individuazione del target, per arrivare ai parametri di giudizio applicabili in fase di recensione.

Prezzo
€ 15.00
Pagine
170
Collana
Game Academy
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Lifelong learning in università

LIFELONG LEARNING IN UNIVERSITÀ
Storie di studenti non tradizionali  

 

Autore

Andrea Galimberti è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione «Riccardo Massa» dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca ed è convenor del Network «Access, Learning Careers and Identities» di ESREA (European Society for Research on the Education of Adults). I suoi interessi di ricerca, a cui il tema del lifelong learning fa da costante sfondo, si orientano verso le condizioni di partecipazione all’istruzione terziaria e le transizioni nei percorsi di apprendimento e nelle carriere professionali.

Opera

Cosa significa apprendere lungo il corso dell’intera vita? Come l’imperativo «lifelong for all», da perseguire nell’interesse del progresso economico, ma anche in nome dell’equità, dell’inclusione e della coesione sociale, si lega alle missioni accademiche? Queste sono le domande alla base di una ricerca pedagogica volta a illuminare l’esperienza di studenti che provengono da retroterra socio-economici distanti dal mondo accademico e/o che entrano (o rientrano) in formazione in un’età superiore alla norma, seguendo percorsi non lineari. Sono coloro a cui le politiche educative internazionali intendono dare piena cittadinanza culturale all’interno dell’istruzione terziaria, ma che la letteratura di settore definisce come «studenti non tradizionali»: sotto-rappresentati e a maggior rischio di abbandono. Il volume si propone di esplorarne il punto di vista intrecciandolo ai principali dilemmi che oggi attraversano l’università e alle criticità emergenti nella «nuova cultura» del lifelong learning.

Prezzo
€ 14.00
Pagine
155
Collana
Nuove soggettività adulte
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Città sotto le bombe

CITTÀ SOTTO LE BOMBE
Per una storia delle vittime civili di guerra (1940-1945)  

Autore

Nicola Labanca insegna Storia contemporanea all’Università di Siena. È Presidente del Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche Storico-Militari. Fra i suoi volumi più recenti, oltre a quelli editi in questa stessa collana, Caporetto. Storia e memoria di una disfatta (Mulino 2017) e la curatela (in collaborazione) diRicordare la guerra. Memorialistica e conflitti armati dall’antichità ad oggi (Carocci, 2016).

Opera

Quella della seconda guerra mondiale è una storia, anche, dell’adozione di nuove armi, di nuove tecniche e strategie di guerra, quindi nuove vittime. I bombardamenti aerei, già fuggevolmente apparsi nella grande guerra e poi attentamente pianificati nel ventennio successivo, rappresentarono nel secondo conflitto mondiale uno dei mezzi ritenuti maggiormente decisivi tanto da militari quanto da politici. Il regime fascista non fece eccezione ed anzi fece non poco assegnamento, pianificando le proprie guerre, sulla guerra dall’aria. Purtroppo il regime non fece altrettanta attenzione a preparare il Paese ad una sua difesa dagli attacchi aerei avversari. Avvenne così che, sia nel 1940-1943 sia poi nel 1943-1945, la Penisola e in special modo le città italiane si trovarono impreparate a difendersi dagli attacchi aerei. E le vittime di questi attacchi aerei furono in gran parte civili.

Prezzo
€ 20.00
Pagine
265
Collana
Centro studi e ricerche storico-militari
Pubblicazione
Maggio 2018

Condividi su Facebook: