Le carte e le pagine

LE CARTE E LE PAGINE.
Fonti per lo studio dell’editoria novecentesca  

 

Autore
Andrea G.G. Parasiliti (Ragusa, 1988). Laureato in Filologia Moderna all’Università Cattolica di Milano è dottorando di ricerca all’Università degli Studi di Catania. Collaboratore del Centro di Ricerca Europeo Libro Editoria Biblioteca della Cattolica di Milano (CRELEB) è autore di Dalla parte del lettore: Diceria dell’untore fra esegesi e ebook, Baglieri 2012; La totalità della Parola: origini e prospettive culturali del libro digitale, Baglieri 2014. Ha tradotto per il CRELEB le Nuove osservazioni sull’attività scrittoria nel Vicino Oriente antico di Scott B. Noegel (Milano, 2014). Ha pubblicato un racconto dal titolo Odisseo, all’interno della silloge su letteratura e disabilità La mia storia ti appartiene, Edizioni progetto cultura (Roma 2014). Attualmente si occupa di libri d’artista e letteratura futurista. Giornalista pubblicista, collabora con «Torquemada» (Milano), «Emergenze» (Perugia), «Operaincerta  » (Modica), e con «Insieme» (Ragusa) dal gennaio del 2010.

Opera
Le carte e le pagine: fonti per lo studio dell’editoria novecentesca è frutto dell’omonimo convegno svoltosi il 4 maggio 2016 presso l’Università Cattolica di Milano e promosso dal Master universitario di secondo livello in Professione editoria cartacea e digitale. È noto che il termine “archivio” indichi una “raccolta ordinata e sistematica di documenti pubblici e privati”. Ma ovviamente, per quel che riguarda l’opera editoriale, e quindi per tutto ciò che concerne le azioni preliminari alla realizzazione materiale di un volume, questo lavoro di raccolta ordinata e sistematica non è sempre avvenuto. Tuttavia, quelle che semplifi cando potremmo chiamare “le carte dell’editore” ci consentono, per dirla con Roger Chartier, di «ascoltare il passato con gli occhi», e di rivivere, ancora prima che studiare, l’immenso lavorìo che sta nel retropalco di un grande progetto editoriale, con tutto il suo groviglio di relazioni e l’invadenza del contesto. D’altra parte, scriveva Eugenio Garin, «Storia della cultura non si fa, giova ripeterlo, senza fare storia dell’editoria». E viceversa.
Prezzo:
€ 15.00
Pagine:
173
Collana:
L’europa del libro
Pubblicazione:
Novembre 2017
Condividi su Facebook:

La bibliografia

 LA BIBLIOGRAFIA.
Storia di una tradizione  

 

Autore
Luigi Balsamo (S. Damiano d’Asti 1926 – Bologna 2012), già Soprintendente bibliografico per la Sardegna e l’Emilia e Direttore della Biblioteca universitaria di Cagliari, conseguì nel 1965 la Libera docenza in Biblioteconomia e Bibliografia e da allora fu prima professore incaricato all’Università di Parma (1965-76) e poi Professore ordinario, prima all’Università di Venezia (1975-76) e quindi, dal 1976 in avanti, all’Università di Parma, dove istituì il Corso di perfezionamento in Biblioteconomia e ricoprì gli incarichi di Direttore dell’Istituto di Biblioteconomia e Paleografia e di Presidente del Corso di laurea in Conservazione dei Beni culturali. Nel 1983 succedette a Roberto Ridolfi nella direzione della rivista «La Bibliofilia» (Olschki). Ha tenuto lezioni in Università inglesi, americane e australiane. La sua bibliografia è ricca di centinaia di contributi sui temi di storia del libro, delle biblioteche e della bibliografia per cui si veda: Libri tipografia biblioteche: ricerche storiche dedicate a Luigi Balsamo, a cura di A. Ganda, E. Grignani, A. Petrucciani, Firenze, Olschki, 1997; Per la storia del libro. Scritti di Luigi Balsamo raccolti in occasione dell’80° compleanno, Firenze, Olschki, 2006; Bibliografia degli scritti pubblicati da Luigi Balsamo negli anni 2006-2012, a cura di G. Petrella, in “La Bibliofilia, anno CXV, n.3/2013, pp. 497-502.

Opera
A oltre trent’anni di distanza dalla prima edizione (Sansoni, 1984) viene riproposta l’opera fondamentale di Luigi Balsamo. La bibliografia. Storia di una tradizione ci restituisce ancora intatta – insieme al piacere di una scrittura sempre agile e di grande respiro narrativo – la peculiarità di un modo di interpretare e raccontare la storia che era apparso del tutto originale nel panorama della letteratura sul tema. Nella storia di Balsamo, che parte dalla cupiditas librorum degli umanisti e ci accompagna fino all’affermarsi dei repertori specializzati dell’Ottocento, il fenomeno bibliografico non risulta mai cristallizzato. Al contrario, considerando la bibliografia come «uno dei settori del complesso sistema di comunicazione sociale», riesce a indagare l’argomento da un’angolazione che porta il lettore a comprendere non soltanto che cosa è stata la bibliografia prima di oggi, ma anche come sia stata realizzata, perché e quando abbia avuto origine. Il libro disegna così una completa e avvincente storia della bibliografia, considerata nel suo intrecciarsi con le vicende politiche e religiose, il commercio librario, le istituzioni culturali, la storia delle idee.
Prezzo:
€ 17.00
Pagine:
224
Collana:
L’europa del libro
Pubblicazione:
Novembre 2017
Condividi su Facebook:

L’officina dei libri 2016.

L’officina dei libri 2016.

Curatori
Edoardo Barbieri, Lodovica Braida, Alberto Cadioli Opera
L’annuario “L’officina dei libri” ha, prima di tutto, l’ambizione di far conoscere i works in progress dei giovani studiosi (e in questo trova la sua originalità rispetto ad altre pubblicazioni). Anche per questo gli scritti che presenta sono un interessante specchio di molte ricerche attuali, sia quando offrono (magari con qualche ingenuità) il primo risultato di un approfondimento appena condotto, sia quando sono testimonianza di un lavoro ancora in pieno sviluppo: sono dunque tasselli importanti, per definire la mappa della storia dell’editoria moderna, che si va costruendo, punto per punto, con scale di varie misure, grazie al contributo di tanti studiosi, del loro impegno in riviste, in centri di ricerca, in seminari e convegni.

Prezzo:
€ 17

Pagine:
201

Collana:
L’Europa del libro

Pubblicazione:
Gennaio 2017

Condividi su Facebook: