Venezia

VENEZIA

 
Autori
Pasquale Di Palmo (Lido di Venezia, 1958) ha pubblicato varie raccolte poetiche tra cui Trittico del distacco (Passigli, 2015) e i saggi I libri e le furie (Joker, 2007) e Lei delira, signor Artaud. Un sillabario della crudeltà (Stampa Alternativa, 2011). Ha curato I surrealisti francesi. Poesia e delirio (Stampa Alternativa, 2004), I begli occhi del ladro di Beppe Salvia (Il Ponte del Sale, 2004), Neri Pozza. La vita, le immagini (Neri Pozza, 2005), Saranno idee d’arte e di poesia. Carteggi con Buzzati, Gadda, Montale e Parise di Neri Pozza (Neri Pozza, 2006), Album Antonin Artaud (Il Ponte del Sale, 2010). Collabora all’inserto culturale Alias del quotidiano «Il manifesto».
Opera
Questa guida sui generis si propone di accompagnarci per mano nei luoghi poco conosciuti dove la solitudine un tempo era di casa. Pasquale Di Palmo, poeta veneziano, delinea la mappa di un itinerario atipico, costituito dalla frequentazione assidua con la città e, al tempo stesso, con i libri che hanno fatto di Venezia il ricettacolo di tanti scrittori e artisti, anche poco conosciuti, ricordati in pagine di autentico pathos.
Condividi su Facebook:

San Pietroburgo

San Pietroburgo
Autore
Micol Candiani (1988) è un’appassionata del mondo. Viaggia sin da bambina, osservando dettagliatamente, innamorandosi della diversità. Laureata in Mediazione Linguistica e Culturale, si specializza nello studio della lingua e cultura russa, recandosi più volte a Mosca e San Pietroburgo per esplorare un Paese così sfaccettato ed ermetico come la Russia sa essere. Si trasferisce poi nel Regno Unito, dove studia presso la Durham University conseguendo un Master of Arts in Culture and Difference e vivendo un’entusiasmante esperienza multiculturale. Oggi lavora come insegnante di lingue straniere e traduttrice, viaggia e scrive instancabilmente di ciò che vede e sente sul suo blog viagginelcassetto.blogspot.it.
Opera
San Pietroburgo racconta di una meravigliosa città misteriosa chiamata Pietroburgo e di un giovane scrittore sognante di nome Fyodor. Pietroburgo: costruita su di una palude melmosa, immaginata in un sogno dello zar Pietro il Grande, divenne poi il simbolo più magnifico di una Russia che cambia, aprendosi alla vicina Europa. Fyodor Dostoevskij: un bambino che giocò e crebbe in un cupo ospedale di Mosca, suo malgrado si ritrovò adolescente nella fantasmagorica Pietroburgo dove avrebbe passato gli anni della sua giovinezza di scrittore, malaticcio, alienato e al contempo così ardente di sentimenti e appassionato alla vita, facendo della ‘Venezia del Nord’ la sua insostituibile musa ispiratrice. San Pietroburgo è imbevuta dei personaggi di Dostoevskij, trasognati e soli, delle sue peregrinazioni immaginarie, delle sue storie vagheggiate e al contempo così vivide e vere, forse più della realtà stessa. Addentrandosi tra le pagine delle opere giovanili di Dostoevskij, il libro si propone di partire per un viaggio sentimentale tra gli ampi prospetti della città.
Prezzo:
€ 12
Pagine:
90
Collana:
Le città letterarie
Pubblicazione:
Febbraio 2016
Condividi su Facebook:

Livorno

Livorno

Autore
Alberto Toni, nato nel 1954 a Roma, dove vive, ha pubblicato varie raccolte di poesia. Tra gli ultimi titoli ricordiamo: Teatralità dell’atto, Passigli 2004; Alla lontana, alla prima luce del mondo, Jaca Book 2009; Un padre, in Almanacco dello Specchio 2010- 2011, Mondadori 2011; Stone Green. Selected Poems 1980-2010 (traduzione di Anamaría Crowe Serrano e Riccardo Duranti), Gradiva Publications 2014; Vivo così, Nomos Edizioni 2014. È anche autore di narrativa, saggi critici e testi per il teatro.

Opera
La Livorno dei commerci e di una fiorente comunità ebraica, porto franco e città senza ghetto, dalle antiche tracce dei cimiteri, ai murales dei giorni nostri, dal bagitto alle opere di Modigliani. Ma anche Manzoni, Pascoli, Caproni. Un viaggio nel tempo per ripercorrere la lunga storia di stili, atmosfere, edifici scomparsi, ricostruzioni, dentro una vivacità mai spenta. Oggi la Livorno “ciana e scamiciata” rivive e perpetua il suo fascino in un multiculturalismo che ha radici antiche. Un fascino che si propaga lungo la costa: il Romito, Montenero, fino alla Cecina di Cassola e dei suoi romanzi, tra Cecina e Livorno. Ciò che resta e ciò che è stato, l’antico e il moderno, e il mare, che è movimento e apertura.

Prezzo:
€ 12

Pagine:
100

Collana:
Le città letterarie

Pubblicazione:
Marzo 2016

Condividi su Facebook:

Varanasi.

Varanasi.

Autore
Vera Lazzaretti è Dottore di Ricerca in Studi Euro-Asiatici (Università degli Studi di Torino). La sua attività di ricerca è incentrata sullo studio delle trasformazioni di luoghi e pratiche religiose in contesti urbani dell’India del nord, e principalmente a Varanasi, dove vive per lunghi periodi. Collabora con l’Università degli Studi di Milano, ove dal 2013 al 2015 ha tenuto il laboratorio ‘Percorsi di geografi a sacra indiana’, e con l’Università di Heidelberg. Altri suoi interessi di ricerca sono la negoziazione del patrimonio culturale, la rappresentazione dello spazio nella produzione visuale indigena dell’Asia minore e l’etnografia.

Opera
Varanasi è un viaggio attraverso una delle città più note dell’India. È un cammino su più livelli, che presenta vie possibili per passeggiare metaforicamente in questa città. Da un lato, un percorso attraverso una serie di tappe o momenti letterari, con i suoi autori – noti o sconosciuti – ripercorre la storia di una città in divenire, e delle sue trasposizioni letterarie; dall’altra parte, per ognuna di queste tappe si apre un percorso fatto di tracce, più impalpabili e fugaci, fotografi e della città, che si ispirano esplicitamente alle categorie che Calvino ha utilizzato per raccontare la città. È un viaggio volutamente tortuoso, perché fatto di frammenti e visioni parziali della città, prodotti in periodi diversi dalle menti più disparate – per esempio da sacerdoti compositori di glorificazioni, esploratori europei e colonizzatori, autori residenti in città e scrittori indiani cosmopoliti, ognuno con la propria prospettiva sulla città. Il tentativo è quello di smascherare i meccanismi che costituiscono le tante e potenti immagini stereotipate di Varanasi, per restituirle, infine, un po’ di complessità.

Prezzo:
€ 12

Pagine:
111

Collana:
Le città letterarie

Pubblicazione:
Novembre 2016

Condividi su Facebook: