L’io Narciso

L’IO NARCISO
Dalla mitologia alla realtà dei nostri giorni

Autore

Pier Luigi Baldi, specialista in psicologia e psicoterapeuta, già professore ordinario di Psicologia generale presso la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università Cattolica di Milano, è autore di numerose pubblicazioni sulla disabilità intellettiva e sui processi cognitivi. Attualmente è docente di Psicologia presso una scuola di psicoterapia e svolge attività in ambito editoriale.

Opera
Il nucleo centrale del testo è di carattere narrativo e consiste nella descrizione delle vicende di un caso “paradigmatico” di narcisismo patologico, totalmente frutto di fantasia. Il protagonista del racconto assomma in sé le caratteristiche salienti del disturbo narcisistico di personalità, elencate nella quinta edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), pubblicazione di riferimento per psichiatri e psicologi clinici, edito nel 2013 dall’American Psychiatric Association, e pubblicato in lingua italiana l’anno successivo. I restanti capitoli del libro gravitano attorno al succitato racconto e sono stati pensati in funzione di un opportuno inquadramento del concetto di narcisismo nel suo declinarsi nel corso di più di un secolo di elaborazione teorica e di pratica clinica: agli sviluppi di tale concetto, a cui il pensiero psicoanalitico ha fornito un contributo fondamentale, è dedicato il III capitolo. Il testo si apre con l’esposizione del mito di Narciso, inserita in una cornice storico-mitologica, che mette in luce, tra l’altro, il susseguirsi di studi sulla mitologia e su ciò che essa ha significato per intere comunità, dalla classicità greco-romana ai giorni nostri. Altre tematiche trattate riguardano le radici culturali e sociali del narcisismo, entro cui viene dato spazio al dibattito sugli eventuali aspetti narcisistici del nostro stile di vita, dibattito che si è radicalizzato al punto da spingere alcuni ricercatori a sostenere che la nostra società sarebbe contagiata da un’epidemia di narcisismo. Il quinto e ultimo capitolo riporta i dati di due mie ricerche (di cui una in collaborazione) sulle dinamiche narcisistiche di due ampi gruppi di studenti universitari, da cui emerge una chiara tendenza verso atteggiamenti e comportamenti non narcisistici.

Prezzo
€ 16.00

Collana
Psicologia sviluppo sociale e clinico

Pagine
163

Pubblicazione
Ottobre 2020

Condividi su Facebook:

Mai più dietro la lavagna?

MAI PIÙ DIETRO LA LAVAGNA?
A scuola con il tablet. Una scelta consapevole

 

Autore

Daniela Villani è ricercatrice in Psicologia Generale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove insegna Psicologia Generale e Psicologia della Personalità. Ha collaborato a diversi progetti nazionali e internazionali mirati a investigare i processi psicologici implicati nell’uso delle tecnologie in diversi contesti ed è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche sull’argomento. I suoi interessi sono indirizzati all’analisi dei fattori di accettazione della tecnologia, allo studio dei processi cognitivi e affettivi legati all’interazione con le tecnologie e alla promozione delle abilità affettive attraverso l’uso delle nuove tecnologie.
Claudia Carissoli è dottoranda di ricerca presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Con il suo progetto di ricerca si pone l’obiettivo di indagare la relazione esistente tra nuove tecnologie (con particolare riferimento ai videogiochi) e il benessere psicologico negli adolescenti. I suoi interessi sono principalmente indirizzati allo studio e individuazione di nuove modalità di utilizzo delle nuove tecnologie al fine di promuovere l’intelligenza emotiva e migliorare la gestione delle emozioni negli adolescenti.

Opera

La rivoluzione digitale attualmente in atto interessa numerosi ambiti, ridefinendo funzioni e ruoli e aprendo interrogativi che chiedono di essere accolti e affrontati. In particolare, parlare dell’introduzione delle tecnologie e del tablet a scuola significa, da un lato, prendere le distanze da quell’opinionismo selvaggio, acritico ed autoreferenziale, che di fatto pervade il dibattito attuale e, dall’altro, aprirsi ad indagini condotte in modo esteso con comparazioni tra più contesti, andando a riconoscere le opportunità e le criticità per l’apprendimento che gli studi recenti hanno evidenziato. Nel contesto italiano, dove le ricerche sono attualmente meno consolidate, esiste una grande disponibilità degli insegnanti e dei docenti a mettersi in gioco e ad innovare. Disponibilità che richiedono di essere accompagnate e sostenute attraverso percorsi di formazione e progettualità condivise nei contesti scolastici di appartenenza.

Prezzo
€ 12.00
Pagine
137
Collana
Psicologia sviluppo sociale e clinico
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Questioni di cuore.

Questioni di cuore.
Le relazioni sentimentali in adolescenza: traiettorie tipiche e atipiche 

Autori

Emanuela Confalonieri è professore associato presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove insegna Psicologia dell’adolescenza e Psicologia dell’educazione e abilità socio-cognitive. E’ direttore dell’Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica del Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano e collabora con il Centro di ricerca sulle Dinamiche Evolutive ed Educative (C.R.I.d.e.e.) del Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano. I suoi interessi di ricerca riguardano il tema dell’adolescenza nei suoi aspetti tipici e atipici e temi della psicologia dell’educazione e scolastica.

Maria Giulia Olivari è assegnista di ricerca presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove insegna nel modulo specialistico Relazioni tra pari e bullismo a scuola. Collabora con il Centro di ricerca sulle Dinamiche Evolutive ed Educative (C.R.I.d.e.e.) e l’Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica del Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano. I suoi interessi sono principalmente indirizzati allo studio delle relazioni sentimentali in adolescenza e dei comportamenti a rischio ad esse connesse e al tema degli stili educativi genitoriali e alle implicazioni di questi ultimi sul benessere degli adolescenti.

Opera
La prima parte del presente volume prende in esame e descrive lo sviluppo delle relazioni sentimentali in adolescenza, considerandone gli aspetti normativi. Accanto ad un inquadramento teorico sul tema vengono approfonditi il costrutto di competenza romantica, l’evolversi delle relazioni sentimentali nella giovane adultità, il contributo giocato dalle nuove tecnologie allo sviluppo delle relazioni sentimentali e il tema dell’influenza delle dimensioni culturali su tali legami. La seconda parte del volume si concentra su alcuni dei possibili esiti disadattivi legati alle esperienze sentimentali in adolescenza, analizzando in particolare i rischi internalizzanti connessi a questi primi legami, i comportamenti aggressivi e violenti all’interno della coppia, i fenomeni del sexting e della pornografia e l’esperienza atipica della gravidanza e della genitorialità in adolescenza.
Prezzo:
€ 17
Pagine:
234
Collana:
Maggio 2017
Condividi su Facebook:

Percorsi di sviluppo normale e patologico in età evolutiva.

Percorsi di sviluppo normale e patologico in età evolutiva.

Autore
Lorenza Di Pentima è ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione dell’Università “Sapienza” di Roma ed è Professore Aggregato di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione nonché di Psicologia delle Relazioni Intragruppo e Intergruppo presso il Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche. È autrice di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali concernenti le interconnessioni tra l’attaccamento e i processi di sviluppo normale e patologico (disturbi del comportamento alimentare, maltrattamento infantile), le relazioni interetniche, gli stereotipi e i pregiudizi nei bambini e negli adolescenti. Per le Edizioni Unicopli ha pubblicato il volume Culture a confronto. Relazioni, stereotipi e pregiudizi nei bambini (2006).Opera
Il percorso di crescita di ciascun individuo è l’esito di un insieme di determinanti, la cui combinazione, unica ed irripetibile, può sfociare in un adattamento funzionale, connotato dalla capacità di svolgere i compiti specifici della propria fase di sviluppo, oppure in forme di non adattamento, che trovano la loro espressione nell’età evolutiva in manifestazioni di disagio emotivo e/o comportamentale, le quali possono rappresentare un impedimento serio allo svolgimento delle attività della vita quotidiana. Il volume vuole ricondurre l’attenzione su alcuni fattori, ritenuti importanti per ciò che concerne la qualità dello sviluppo sia in infanzia sia in adolescenza.

Prezzo:
€ 18

Pagine:
255

Collana:
Psicologia dello sviluppo sociale/clinico

Pubblicazione:
Luglio 2016

Condividi su Facebook: