Battaglie in Russia

BATTAGLIE IN RUSSIA
Il Don e Stalingrado 75 anni dopo

Autore

Olga Dubrovina insegna storia e cultura russa presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ha conseguito il titolo di dottorato presso l’Università statale Lomonosov di Mosca e presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Si occupa della diplomazia culturale sovietica, dei rapporti italorussi e delle problematiche delle donne sul mercato di lavoro in Russia. Tra le pubblicazioni: La nuova diplomaziasovietica e la sua dimensione culturalein 1917 e dopola Russia e l’Occidente, a cura di A. Panaccione, “Il Ponte”, nn. 11- 12, novembre-dicembre 2017, pp. 131-154; Politica estera e/o rivoluzione? I primi passi della Russia bolscevica in Italia: protagonisti, strumenti, sovrapposizioni, in Annali della Fondazione Ugo la Malfa (peer-reviewed), XXXI, 2016, pp. 286-306.

Opera

Passati 75 anni dagli eventi che hanno marcato per sempre la storia non solo della Russia ma anche di altri paesi si sente il bisogno di gettare uno sguardo retrospettivo su un passato cronologicamente così lontano ma nello stesso tempo politicamente ed emotivamente così vicino. Gli storici italiani e russi hanno avuto accesso agli archivi sia sovietici che italiani il che permette di realizzare non solo delle ricerche incrociate ma anche effettuare un’analisi compartiva che porta allo studio multilaterale del periodo. I contributi degli storici civili e militari sono basati sui materiali archivistici spesso appena desecretati e per la prima volta messi in circolazione nella comunità scientifica internazionale. L’obiettivo sia del convegno che degli atti stessi è stato quello di fare luce sugli eventi rimasti ancora sconosciuti al vasto pubblico cercando di avvicinarsi più possibile alla loro obiettiva interpretazione in chiave storico-scientifica.

Prezzo
€ 20.00
Pagine
272
Collana
Biblioteca di Storia Contemporanea
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Risarcire la nazione in armi

RISARCIRE LA NAZIONE IN ARMI
Il ministero per l’Assistenza militare e le pensioni di guerra (1917-1923)  

Autore

Fabiano Quagliaroli ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso il Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia e Geografia dell’Università di Genova. Nell’autunno del 2016 è stato nominato cultore della materia presso lo stesso ateneo genovese.

Opera

Il libro intende esaminare il processo di progressiva statalizzazione dell’assistenza agli invalidi della Prima guerra mondiale. Più nello specifico, l’analisi si concentra sulla gestione delle pensioni di guerra a disabili e familiari dei caduti da parte degli ultimi governi democratici prima dell’avvento del fascismo, ponendo in evidenza i motivi strutturali e i vincoli finanziari che depotenziarono l’azione assistenziale dello stato liberale e consegnarono di fatto al primo governo Mussolini l’opportunità di definire una questione di grande valenza economica, simbolica e morale per la vita della nazione.

Prezzo
€ 30.00
Pagine
530
Collana
Biblioteca di Storia Contemporanea
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Sebben che siamo donne

SEBBEN CHE SIAMO DONNE
Per una storia delle sindacaliste della Cgil di Milano (1891-1981)  

Autore

Debora Migliucci (Milano, 1979): Direttrice dell’Archivio del Lavoro, centro di documentazione e ricerca della Camera del Lavoro di Milano. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia delle donne e dell’identità di genere e in Diritto costituzionale. Si occupa di Storia costituzionale e politica e di Storia del lavoro. Tra le sue pubblicazioni: Rappresentare il lavoro. Donne e Camera del Lavoro a Milano, «Percorsi storici. Rivista di storia contemporanea», n.4, 2016.
Fiorella Imprenti (Milano, 1977): Segretaria generale della Fondazione Aldo Aniasi di Milano e componente del comitato scientifi co dell’Archivio del Lavoro. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia delle donne e dell’identità di genere. Si occupa di Storia politica e delle istituzioni e di Storia del lavoro. Tra le sue pubblicazioni: Operaie e socialismo. Mi lano, le leghe femminili, la Camera del Lavoro (1891-1918), Franco Angeli, 2007.

Opera

La pubblicazione sfrutta l’inedita documentazione custodita dall’Archivio del Lavoro e raccoglie i profi li biografi ci di alcune delle donne che hanno militato nella Camera del Lavoro di Milano Si tratta di un lavoro pionieristico che rientra nella tradizione consolidata dei dizionari biografi ci dei movimenti operai e socialisti.

Prezzo
€ 14.00
Pagine
137
Collana
Filo di perle
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

L’autore di giochi

L’AUTORE DI GIOCHI

Autore

Emiliano Sciarra (Civitavecchia, 1971) è autore di giochi, saggista e musicista. Laureato in Tecnologie Informatiche, è da sempre appassionato di giochi e videogiochi. Nel 2002 pubblica Bang!, tuttora il gioco da tavolo italiano più venduto nel mondo. Ha scritto L’arte del gioco, primo contributo italiano importante di ludologia, e Il simbolismo dei giochi. Autore di colonne sonore per _ lm e spettacoli teatrali, è studioso anche di antiche tradizioni, religioni comparate, storia, architettura e scienza delle stelle, argomenti su cui tiene conferenze in tutta Italia

Opera

Come si crea un gioco da tavolo? Quali sono le competenze e gli strumenti richiesti? Qual è il modo migliore per provarlo? Quali sono i principali problemi da evitare? Come entrare in contatto con una casa editrice, o come provare a pubblicarlo in proprio? E come fare per proteggere la propria creazione dai plagi? A queste e tante altre domande risponde il testo di Emiliano Sciarra, autore di giochi di professione con all’attivo il bestseller internazionale Bang!, spiegando in modo semplice e chiaro il mercato, i trucchi del mestiere e tutte quelle nozioni che fanno parte del bagaglio di un game designer dopo anni di lavoro, studi e confronti con altri personaggi dell’ambiente. Un testo fondamentale per chiunque aspiri a vedere il proprio gioco nel cassetto pubblicato, ma anche per chi vuole conoscere più da vicino questo mondo affascinante e poco conosciuto.

Prezzo
€ 25.00
Pagine
299
Collana
InGioco
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

Sessantotto

SESSANTOTTO
Luoghi e rappresentazioni di un evento mondiale  

Autore

Il volume raccoglie saggi di Mirco Dondi, Ugo Russo, Marica Tolomelli, Giovanni Agostini, Andrea Giorgi, Leonardo Mineo, Simona Salustri, Bruno Cartosio, Elena Lamberti, Antonio Benci, Stefano Colangelo, Ferdinando Fasce, Antonella Guidazzoli, Maria Chiara Liguori, Ottavio D’Addea.

Opera

Ci sono luoghi che, più di altri, hanno contraddistinto il Sessantotto in Italia e nel mondo. Parigi, Berlino, New York, San Francisco, Roma, Trento e Pisa sono contenitori di spazi che abbracciano un moto mondiale in un vicendevole contagio. Ma qual è la genesi che ha reso i luoghi un simbolo e al contempo un vaso comunicante? Quale eredità lasciano e come possono essere inseriti all’interno di un percorso museale digitale? Il libro è una possibile risposta a questi interrogativi.

Prezzo
€ 17.00
Pagine
221
Collana
Comunicazione storica
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

La guerra e lo stato 1914-1918

LA GUERRA E LO STATO 1914-1918  

Autore

Federico Goddi è dottore di ricerca in Storia contemporanea. È autore di Fronte Montenegro: occupazione italiana e giustizia militare (1941-1943), Leg 2016. È coautore del volume a cura di Nicola Labanca, Studi storici per il centenario dell’Associazione Nazionale Alpini. “Alpini sempre!”, Vol. II, Unicopli 2018.
Nicola Labanca insegna Storia contemporanea all’Università di Siena. È Presidente del Centro interuniversitario di studi e ricerche storico-militari. Fra l’altro, ha curato il Dizionario storico della prima guerra mondiale, Laterza 2014, ed è autore di Caporetto. Storia e memoria di una disfatta, il Mulino 2017.
Giovanna Procacci ha insegnato Storia contemporanea presso l’Università di Cagliari e presso quella di Modena e Reggio Emilia. Tra le sue pubblicazioni recenti, Warfare-welfare. Intervento dello Stato e diritti dei cittadini (1914-1918)Carocci 2013 e la cura (con Corrado Scibilia) di La società italiana e la Grande guerra, Unicopli 2017.

Opera


Con quali misure i vari paesi europei affrontarono la situazione eccezionale determinata dalla guerra? Quali le trasformazioni delle funzioni pubbliche prodotte dallo stato di eccezione? E quali nuovi rapporti si istaurarono non solo tra i poteri dello Stato e tra civili e militari, ma anche tra il centro e la periferia, tra le istituzioni pubbliche e quelle private? Il volume comprende saggi di eminenti studiosi stranieri ed italiani (tra i quali Robert Skidelsky, Gerhard Hirschfeld, Fabienne Boch, Christophe Charle, Pietro Costa, Pierluigi Ciocca, Giorgio La Malfa, Paola Carucci, Luigi Tomassini, Andrea Panaccione), che affrontano sotto diverse angolature le trasformazioni che nei principali paesi europei, e in Italia in particolare, la guerra produsse nella struttura dello Stato, nei rapporti tra i vari poteri, nell’economia e nella vita sociale del paese. Il volume termina con le riflessioni sulle conseguenze del conflitto in Europa nel breve e nel lungo periodo.  

Prezzo
€ 25.00
Pagine
476
Collana
Biblioteca di Storia Contemporanea
Pubblicazione
Ottobre 2018

Condividi su Facebook:

I videogiochi

I VIDEOGIOCHI
Breve storia di una industria miliardaria  

Autore

Francesco Tissoni insegna teorie e tecniche della comunicazione web ed editoria multimediale alla università degli Studi di Milano. Si occupa di videogame a livello professionale collaborando con il Laboratorio PONG – PlayLab for Innovation in Games.
Stefano Zocchi si è specializzato in Editoria Multimediale all’Università degli Studi di Milano. Da allievo e collaboratore del professor Tissoni è passato dal mondo accademico a quello dei videogochi. Al momento è impegnato come editor per Ridble.com, dove si occupa di recensioni e analisi di giochi per PC e Nintendo Switch.

Opera

Tentativo 1. L’industria dei videogiochi è diventata in pochi decenni una realtà economica di enorme rilievo, ma il mondo accademico ha iniziato solo di recente ad occuparsi del lato non tecnico e non di design del settore. Questo saggio, che non intende essere esaustivo, si propone di essere una panoramica informativa della loro storia e presenza economica, evidenziando particolari specificità (come l’ascesa degli esports e gli effetti della crisi finanziaria asiatica degli anni ’Novanta) e offrendo uno spaccato della scena italiana dalle origini ad oggi. Concentrandosi sulle aziende e sui dati disponibili al pubblico, si è cercato inoltre di evidenziare le difficoltà nella selezione delle fonti in un settore dominato da un’atmosfera di riservatezza, in cui i confini tra giornalismo, marketing e hobbistica sono molto confusi, con l’obiettivo di evidenziare punti di partenza per ulteriori approfondimenti.

Prezzo
€ 9.00
Pagine
63
Collana
Nuovi incroci
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Guida al Game Publishing

Guida al Game Publishing  

Autore

Daniele Falcone inizia la carriera nell’industria dei videogame nel 2000, con Multiplayer. it. Parallelamente, crea un team di traduzione ITP, che cura la localizzazione dall’inglese all’italiano di alcuni giochi di ruolo divenuti pietre miliari del settore. Successivamente, fa il suo ingresso in Koch Media, colosso internazionale del publishing e della distribuzione. Con oltre 300 giochi immessi sul mercato, ha lavorato per quasi 20 anni con publisher quali Bethesda, Square Enix, Deep Silver, Sega e Codemasters. Docente di Game Industry Management: Marketing and Publishing Strategies e di Teoria e Tecnica della Distribuzione presso VIGAMUS Academy / Link Campus University, Daniele Falcone è oggi Publishing Director della Divisione Games di Fondazione VIGAMUS.

Opera

La Guida al Game Publishing è il testo ideale per studenti e professionisti che vogliono intraprendere una carriera all’interno della Game Industry. Il volume nasce dall’esigenza di rispondere alle domande di tutti quegli studi di videogiochi indipendenti che, nonostante grandi meriti artistici e tecnologici, non possono avere una risorsa in-house che curi il loro business. Il libro è quindi idealmente rivolto a studi di piccola e media grandezza alle prese con i loro primi prodotti, posti di fronte alla sfida di sostenere il loro modello economico, individuare e anticipare i trend, ottenere un ritorno sugli investimenti e costruirsi una reputation all’interno dell’industria. Tramite case studies e analisi di best practice, il volume accompagna il lettore alla comprensione di concetti complessi tramite un linguaggio semplice e accessibile, con l’obiettivo di trasformarlo in un professionista pronto a vincere le sfide poste dall’industria del videogioco.

Prezzo
€ 15.00
Pagine
163
Collana
Game Academy
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Manuale di critica videoludica

Manuale di critica videoludica  

Autore

Giornalista, scrittore e docente universitario, Marco Accordi Rickards è Direttore Generale di Fondazione VIGAMUS, all’interno della quale gestisce il Museo del Videogioco di Roma, VIGAMUS Academy e la conferenza internazionale Gamerome. È docente di Teoria e Critica delle Opere Multimediali e Interattive presso l’Università di Roma Tor Vergata e Professore Straordinario presso Link Campus University. Già Direttore di testate quali CUBE, PSW, PC Games World, Game Pro (EDGE Italia), Game Republic, PSM, Xbox Magazine Ufficiale, Retrogame Magazine e GamesVillage.it, dal 2014 è anche membro della Giuria internazionale di gamescom, il più importante evento di videogiochi in Europa, e dal 2017 fa parte dell’Advisory Board di devcom (Colonia).

Opera

Il Manuale di Critica Videoludica è l’unico testo di riferimento in Italia per chiunque voglia entrare nel settore del giornalismo di videogiochi, e ricoprire così uno dei ruoli più delicati e di garanzia della Games Industry. Oggi più che mai, il Videogioco sta vivendo una crisi d’identità e, tra opere narrative e non, eSports, serious games e free-to-play, non può più essere ricondotto a una categoria univoca; frattanto, nuove modalità di comunicazione mettono in discussione il mestiere del critico, chiamato a esaminare con occhio attento esperienze interattive dalle forme sempre più varie e complesse. Il Manuale, basato su quasi 20 anni di ricerche da parte dell’Autore, risponde all’esigenza di tracciare un’esegesi del videogioco, per fornire al critico nuovi strumenti universali capaci di interpretare tutte le diverse espressioni del fenomeno. Il libro affronta nel dettaglio tutte le problematiche che riguardano la professione giornalistica relativa alla stampa specializzata videoludica, dalle tipologie di articoli all’individuazione del target, per arrivare ai parametri di giudizio applicabili in fase di recensione.

Prezzo
€ 15.00
Pagine
170
Collana
Game Academy
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook:

Il processo mediatico

IL PROCESSO MEDIATICO
Quando i mass media si sostituiscono ai tribunali  

Autore

Paola Ghirardelli, avvocato e Solicitor, esercita sia in Italia che nel Regno Unito la libera professione, oltre a collaborare con l’Università degli Studi di Milano presso la cattedra di Procedura penale e di Diritto penale minorile ed alcune tra le più prestigiose università del Regno Unito (King’s College e Cambridge) – dove tiene Master e lectures in materia penale – è anche Psicopatologa Forense e Criminologa, oltreché autrice di due monografie (Stalking: linee guida, 2011 e Legittima difesa: quando e come difendersi nel rispetto della legge, 2015) ed altri articoli e saggi.
Fabio VitielloBarrister in Inghilterra, dove esercita la professione forense nel settore civile e penale. È stato “Crown Prosecutor” a Londra per diversi anni, e continua ad esercitare regolarmente la professione di avvocato, sia in casi civili che penali, nei quali spesso rappresenta la Corona in qualità di “Prosecutor”. Appare spesso come relatore in convegni, seminari e conferenze (in Italia ed in Inghilterra) sul diritto e procedura civile e penale inglese, sulla deontologia forense inglese e sull’Advocacy (l’ars advocatoria). È altresì giornalista pubblicista in Italia.

Opera

Il rapporto tra giustizia e “pubblico” è sempre stato presente e da sempre si è imposto come molto complesso e delicato. Rendere partecipe la collettività di come viene amministrata la giustizia, mostrando ad essa in quali conseguenze incorre colui che devia o rompe quel “patto sociale” che vincola tutti gli uomini civili al reciproco rispetto, è scelta da sempre ritenuta fortemente deterrente ed ampiamente condivisa ma che collide con l’altrettanto fondamentale, in uno stato di diritto, principio della tutela della riservatezza dei singoli, sempre innocenti fino a prova contraria. L’avvento dei mezzi di comunicazione di massa e internet rende tale problematica sempre più complessa ed attuale.

Prezzo
€ 25.00
Pagine
319
Collana
Prospettive/Strumenti
Pubblicazione
Settembre 2018

Condividi su Facebook: