Abigaille Zanetta

ABIGAILLE ZANETTA

 

Autore
Angelo Vecchi si è laureato in Scienze storiche con una tesi su Nello Rosselli e ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia con uno studio sulle associazioni popolari. Ha pubblica­to vari saggi su temi e problemi dell’emigrazione italiana, del­la sociabilità e dell’assistenza sociale e dell’industrializzazione con particolare attenzione all’ambito territoriale del Novarese e del Piemonte nord-orientale fra Ottocento e Novecento.

Opera
Abigaille Zanetta fu protagonista di passaggi crucia¬li della storia del movimento operaio milanese e italiano eppure il suo nome rimane in un cono di fitta ombra, appena accennato se non dimenticato o soppresso. Per fare qualche esempio, rimane per lo più ignoto il suo ap¬porto di primo piano alla fondazione nel 1919 del Sinda¬cato Magistrale Italiano (SMI) e nel 1920 dell’Internatio¬nale de l’Enseignement (IE), organizzazione internazionale che pure giunse pochi anni dopo a contare centinaia di migliaia di aderenti; ancora: di solito si ricordano i nomi dei firmatari uomini della mozione terzinternazionalista al XVIII Congresso PSI del 1921 ma non quello della Zanetta, unica donna. Anche nel presente lavoro la dimensione politica di Abigaille, già sviluppata in altri studi, rimane per scel¬ta sullo sfondo. L’attenzione è concentrata sugli aspetti strettamente biografici e professionali che meglio posso¬no condurre alle motivazioni profonde del suo agire po¬litico e alle spinte ideali di intere generazioni.
Prezzo:
€ 14.00
Pagine:
165
Collana:
Novecentodonne
Pubblicazione:
Novembre 2017
Condividi su Facebook:

Post Navigation